• sicilia

Raccontare la Sicilia attraverso i suoi sapori, i suoi colori, i suoi scenari e le sue eccellenze: questo quanto è stato fatto attraverso la realizzazione del docu-film TERRA MADRE.
L’obiettivo era quello di raccontare un  territorio in cui saperi e sapori si fondono in un’unica armoniosa narrazione, alla scoperta di un’isola sospesa tra mito e storia, e stando al risultato finale ottenuto è da considerarsi pienamente centrato.
Presentato in anteprima assoluta durante la giornata inaugurale di EXPO 2015 a Milano, ricevendo ampissimo consenso di pubblico da parte della stampa e delle Istituzioni, il filmato verrà proiettato domenica 20 novembre alle ore 18,30 presso la Sala Basile del Grand Hotel Villa Igiea a Palermo, in occasione di Sicilia continente gastronomico, l’evento organizzato da Le Soste di Ulisse.
Grande protagonista della pellicola è il cibo, fonte di vita, storia, cultura, tradizione, diversità, emozione, esperienza, cambiamento. Il cibo come specchio dei tempi in una Sicilia che ne fa da sempre un suo punto di forza.

La regia è di Pucci Scafidi, fotografo professionista palermitano, corrispondente dei più importanti quotidiani nazionali e di diverse riviste italiane, ma anche autore di numerosi libri fotografici sulla Sicilia e le sue infinite bellezze; la voce narrante è di Giancarlo Giannini, attore italiano, ma anche doppiatore, sceneggiatore e regista.

Il docu-film nasce da un vissuto personale raccontato nel libro fotografico “Sicily My Life” pubblicato, nell’anno 2014, dalla Fondazione Tommaso Dragotto.
Nato nel 1938 in una famiglia povera del borgo marinaro di Palermo, il protagonista perde il padre in tenerissima età. La nave mercantile dove l’uomo era imbarcato come marinaio, veniva silurata nelle acque profonde del Tirreno da un sommergibile inglese. Il piccolo resta, per mesi e mesi, ad attendere l’impossibile ritorno del padre. Davanti a quell’infinito orizzonte marino però qualcosa si trasforma: il dolore dell’attesa, poco alla volta, si trasforma in desiderio di esplorazione, ansia di conoscenza ed infine, attraverso la costruzione del proprio destino, in felicità.
“TERRA MADRE” è la naturale prosecuzione di “Sicily My Life” : nella pellicola infatti una giornalista del Nord Italia giunge in Sicilia per raccontare questa terra a chi, come lei, non vi è mai stato. La sua scelta iniziale è quella di intervistare l’uomo del quale ha conosciuto la storia grazie alla lettura del libro “Sicily My Life”. L’incontro svelerà grandi sorprese.

Grazie a questo dialogo sarà la stessa Sicilia ad avere voce: con la sua bellezza naturalistica, la sua monumentale Storia e, ancora, con l’eccellenza dei suoi tanti presidi agroalimentari.

Il racconto si snoda attraverso i luoghi di un’isola autentica e spettacolare, suggerita allo spettatore  grazie ad un percorso ideale costruito su un insieme di itinerari: da Ragusa Ibla al Teatro Donnafugata passando per i Parchi Archeologici della Valle dei templi, di Selinunte e di Naxos, per poi giungere sino alla Calcara di Salina, all’isola di Pantelleria, all’Area archeologica di Siracusa e in tanti altri luoghi meravigliosi.

Il regista Pucci Scafidi, per confezionare la sua testimonianza filmica si è lasciato ispirare  sia dalla risonanza storico-culturale e attrattiva del territorio siciliano che dalle “identità” alimentari; proprio per l’individuazione delle eccellenze agro-alimentari il progetto si è avvalso dell’autorevole collaborazione di Slow Food condotta di Palermo e dell’Università di Palermo, facoltà di Agraria Dipartimento di Colture Arboree.

TERRA MADRE ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dell’alto patrocinio della Regione Siciliana ed è stato selezionato quale progetto partner del Cluster Bio-Mediterraneo. Produttore del docu-film è Sicily by Car – Fondazione Tommaso Dragotto

Al video è seguita la pubblicazione del libro dedicato alla riprese ed alla realizzazione del docufilm con i testi integrali del filmato.