Ristorante Capofaro

Chef Ludovico De Vivo
Image

Ristorante

Capofaro
Isola di Salina (ME)

Il ristorante Capofaro, all'interno dell'associazione Relais & Châteaux, è l'inizio di un percorso nel cuore dei profumi e sapori siciliani, nel rispetto della tradizione e alla ricerca di una calibrata sensibilità contemporanea. Ludovico De Vivo è l'interprete della passione della famiglia Tasca per la buona cucina. L'immersione in un ecosistema legato al vino è alla base di menù dove i piatti dialogano con le etichette e le tenute Tasca d'Almerita. Il fulcro della cucina è il serbatoio di sapori concentrati dal sole, dal mare e dalla terra vulcanica di Salina.

Ludovico
De Vivo

Apertura Settimanale

Ogni giorno

Data di chiusura

Da Ottobre ad Aprile

Prenotazioni

Salina, Isole Eolie, ME
Via Faro, 3
Tel +39 091 9844330 +39 091 9844331
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.capofaro.it

La cantina

L'ecosistema del vino

A Capofaro, raccontiamo il vino dalla vigna al bicchiere attraverso la passione di Tasca d’Almerita. Per rendere ancor più completa e indimenticabile l’esperienza del vino a Capofaro, sono stati ideati percorsi di degustazione alla scoperta delle diverse espressioni della Malvasia, dei principali territori siciliani e della produzione Tasca d’Almerita, con abbinamento di appetizers preparati dallo chef Ludovico De Vivo e dalla sua squadra.
Ludovico De Vivo
Ludovico De VivoExecutive Chef
Ludovico De Vivo attraverso i suoi piatti racconta la storia delle terre vulcaniche e del mare di Salina. Ispirato chef del Sud, si dedica con passione alla cura dell'orto nel giardino del ristorante di Capofaro Locanda & Malvasia, dove propone una cucina etica e pulita, marcata dai sapori della tradizione gastronomica della famiglia Tasca d'Almerita con un immancabile tocco eoliano. Originario della Campania, ha fatto propria la cucina siciliana, interpretandola all'interno del ristorante sull'isola di Salina. Nonostante la giovane età ha all'attivo numerose esperienze fuori dai confini nazionali, tra Spagna e Inghilterra, con un passaggio decisivo ed incisivo al Noma di Copenhagen.